> Storie di successo > Tutte le storie di successo > Dovevamo solo incontrarci...!

Tutte le storie di successo

Dovevamo solo incontrarci...!

(Piemonte: lei 56 anni, responsabile di un servizio; lui 60, dirigente)

E' stato tutto molto semplice.
Il vostro grande merito è stato riuscire a mettere in contatto due sconosciuti che avrebbero potuto essere compatibili riducendo al minimo i tentativi nelle direzioni errate. Gli errori, specie se ripetuti finiscono per deludere e fanno rinchiudere vieppiù in se stessi i soggetti più sensibili (in particolare le donne), che poi si rivalgono delle precedenti amarezze sugli innocenti successivi partner.

Per me, ultramaturo, con un carattere ormai definito e non facilmente adattabile e senza la voglia di frequentare luoghi di ritrovo, avete avuto la funzione che per i più giovani hanno la piazza, la via, la scuola, il posto di lavoro, la discoteca.
Magari si potrebbe rendere un pochino più movimentato il corteggiamento telematico con funzioni e proposte di contatto aggiuntive rispetto all'ottimo Rompighiaccio (che nel caso mio e di R. non è stato utilizzato) con una sola finalità: FARE INCONTRARE i soggetti ad alta compatibilità.
Per la cronaca: R. era la seconda persona che incontravo per il vostro tramite. Dirò una banalità: è nell'incontro che si gioca tutto. Se i soggetti non si incontrano va tutto sprecato. Mettere delle crocette su un questionario, cliccare qua e là per inviare il profilo, per guardare i profili è facile, non impegna, non si "mette la faccia". Il passaggio fondamentale è DECIDERE di INCONTRARE. Tra il dire ed il fare ...
Avevo scritto a R.: "...del resto credo poco alle parole, non servono a nulla, non significano nulla. Potrei scrivere parole vere su di me e sulle caratteristiche della persona che cerco. Ma sarebbero prive di significato.
Avrebbero un solo effetto: rendere più improbabile l'incontro. E' l'incontro tra due persone, guardare negli occhi, parlare, sentirsi a pelle che fa piacere l'uno all'altro o viceversa fa allontanare. Oggi come quarant'anni fa non cerco degli aggettivi ma la gradevolezza di un viso da guardare, di una voce da sentire, la realtà di una persona cui pensare ...". Ha apprezzato, ha avuto delle perplessità (precedenti ..., dire/fare), si è fatta desiderare, ma poi ha consentito di incontrarmi. Lì ovviamente termina la funzione dei pronubi.

Entrano in gioco solo la pelle, la cultura e il retroterra dei protagonisti. Nel nostro caso, per ora, direi che è stato sottostimata la percentuale di compatibilità: essa non è del 68%, ma credo prossima al 200%. Il problema era incontrarci: nonostante vivessimo a pochi (27) chilometri di distanza, nella nostra area abitano oltre un milione di persone, un grande stadio in cui ci si passa accanto senza vederci e soprattutto senza conoscerci.
Ancora "Grazie!" anche da parte di R.

Lettera firmata

Prova Parship gratis

Io sono
Sto cercando

Si applicano le CGI e l’informativa sulla protezione dei dati personali. L’abbonamento gratuito prevede l’invio periodico di e-mail contenenti offerte relative all’abbonamento a pagamento e ad altri prodotti offerti da PE Digital GmbH (è possibile recedere in qualsiasi momento).

Error with static Resources (Error: 418)